La seo Tecnica

seo tecnica

Un post SEO Base sulla SEO tecnica potrebbe sembrare una contraddizione in termini. Tuttavia, alcune conoscenze di base sul lato più tecnico della SEO possono fare la differenza tra un sito di alto livello e un sito che non si posiziona affatto. La SEO tecnica non è facile, ma qui spiegheremo – nel linguaggio dei non addetti ai lavori – a quali aspetti dovresti (chiedere allo sviluppatore) prestare attenzione quando lavori sulla base tecnica del tuo sito web.

Che cos’è la SEO tecnica?

La SEO tecnica si riferisce al miglioramento degli aspetti tecnici di un sito Web al fine di aumentare il posizionamento delle sue pagine nei motori di ricerca. Rendere un sito Web più veloce, più facile da scansionare e comprensibile per i motori di ricerca sono i pilastri dell’ottimizzazione tecnica.

La SEO tecnica fa parte della SEO on-page, che si concentra sul miglioramento di elementi sul tuo sito Web per ottenere classifiche più alte.

È l’opposto del SEO off-page, che riguarda la generazione di esposizione per un sito Web attraverso altri canali.

Perché dovresti ottimizzare il tuo sito tecnicamente?

Google e altri motori di ricerca vogliono presentare ai propri utenti i migliori risultati possibili per la loro query. Pertanto, i robot di Google eseguono la scansione e valutano le pagine Web su una moltitudine di fattori. Alcuni fattori si basano sull’esperienza dell’utente, come la velocità di caricamento di una pagina.

Altri fattori aiutano i robot dei motori di ricerca a capire di cosa trattano le tue pagine.

Questo è ciò che fanno, tra l’altro, i dati strutturati. Quindi, migliorando gli aspetti tecnici, aiuti i motori di ricerca a esplorare e comprendere il tuo sito meglio. Se lo fai bene, potresti essere ricompensato con posizionamenti più alti o anche risultati ricchi.

Funziona anche al contrario: se commetti gravi errori tecnici sul tuo sito, possono costarti.

Non saresti il ​​primo a bloccare completamente i motori di ricerca dalla scansione del tuo sito aggiungendo accidentalmente una barra rovesciata nella posizione sbagliata nel tuo file robots.txt.

Ma è un falso mito quello di doversi concentrare sui dettagli tecnici di un sito Web solo per piacere ai motori di ricerca. Un sito web dovrebbe funzionare bene – essere veloce, chiaro e facile da usare – per i tuoi utenti in primo luogo.

Fortunatamente, la creazione di una solida base tecnica spesso coincide con una migliore esperienza sia per gli utenti che per i motori di ricerca.

Quali sono le caratteristiche di un sito Web tecnicamente ottimizzato?

Un sito Web tecnicamente valido è veloce per gli utenti e facile da scansionare per i robot dei motori di ricerca.

Una corretta configurazione tecnica aiuta i motori di ricerca a capire di cosa tratta un sito e previene la confusione causata, ad esempio, da contenuti duplicati.

Inoltre, non fa finire i visitatori, né motori di ricerca, in strade senza uscita tramite link non funzionanti(errori 404).
Qui, entreremo tra poco in alcune importanti caratteristiche di un sito Web tecnicamente ottimizzato.

1. È veloce

Al giorno d’oggi, le pagine Web devono essere caricate rapidamente. Le persone sono impazienti e non vogliono aspettare l’apertura di una pagina. Già nel 2016, la ricerca ha dimostrato che il 53% dei visitatori di siti Web mobile lascerà una pagina web se non si apre entro tre secondi. Quindi, se il tuo sito Web è lento, le persone si sentono frustrate e passano a un altro sito Web e perderai tutto quel traffico.

Google sa che le pagine web lente offrono un’esperienza non ottimale.

Pertanto preferiscono le pagine Web che si caricano più velocemente. Quindi, una pagina web lenta finisce anche più in basso nei risultati di ricerca rispetto al suo equivalente più veloce, con conseguente minore traffico.

Ti chiedi se il tuo sito web è abbastanza veloce? Leggi come testare facilmente la velocità del tuo sito. La maggior parte dei test ti darà anche indicazioni su cosa migliorare. Ti guideremo attraverso suggerimenti comuni per l’ottimizzazione della velocità del sito qui.

2. È visitabile per i motori di ricerca

I motori di ricerca utilizzano robot per eseguire la scansione del tuo sito Web. I robot seguono i collegamenti per scoprire i contenuti del tuo sito.

Un’ottima struttura di collegamenti interni farà in modo che capiscano qual è il contenuto più importante del tuo sito.

Ma ci sono altri modi per guidare i robot.

Ad esempio, puoi impedirgli di eseguire la scansione di determinati contenuti se non vuoi che siano lì. Puoi anche lasciargli scansionare una pagina, ma dirgli di non mostrare questa pagina nei risultati di ricerca o di non seguire i link su quella pagina.

File robots.txt

Puoi dare indicazioni ai robot sul tuo sito usando il file robots.txt. È uno strumento potente, che dovrebbe essere gestito con cura. Come accennato all’inizio, un piccolo errore potrebbe impedire ai robot di eseguire la scansione (parti importanti del) sito.

A volte, le persone bloccano involontariamente i file CSS e JS del loro sito nel file robot.txt. Questi file contengono codice che indica ai browser come dovrebbe essere il tuo sito e come funziona. Se questi file sono bloccati, i motori di ricerca non possono scoprire se il tuo sito funziona correttamente.

Nel complesso, ti consigliamo di immergerti davvero in robots.txt se vuoi imparare come funziona. O, forse ancora meglio, lascia che un   lo faccia per te!

Il tag meta robot

Il meta tag robot è un pezzo di codice che non vedrai nella pagina come visitatore. È nel codice sorgente nella cosiddetta sezione head di una pagina. I robot leggono questa sezione quando trovano una pagina. In esso, troveranno informazioni su ciò che troveranno sulla pagina o cosa devono fare con essa.

Se desideri che i robot dei motori di ricerca eseguano la scansione di una pagina, ma la tengano fuori dai risultati di ricerca per qualche motivo, puoi comunicare con il meta tag robot.

Con il meta tag robot, puoi anche istruirli a eseguire la scansione di una pagina, ma non a seguire i collegamenti nella pagina.

Con Yoast SEO è facile mettere noindex o segui su un post o una pagina. Scopri per quali pagine vuoi farlo.

Per saperne di più: Cos’è la Crawlability

3. No ai collegamenti morti

Abbiamo discusso del fatto che i siti Web lenti sono frustranti. Ciò che potrebbe essere ancora più fastidioso per i visitatori di una pagina lenta è atterrare su una pagina che non esiste affatto.

Se un link conduce a una pagina inesistente sul tuo sito, le persone incontreranno una pagina di errore 404.

Inoltre, ai motori di ricerca non piace affatto trovare queste pagine di errore. Inoltre, tendono a trovare ancor più link morti rispetto ai visitatori perché seguono tutti i link in cui si imbattono, anche se sono nascosti.

Sfortunatamente, la maggior parte dei siti ha (almeno) alcuni link non funzionanti, perché un sito Web è un continuo lavoro in corso: le persone creano e distruggono le cose. Fortunatamente, ci sono strumenti che possono aiutarti a recuperare link non funzionanti sul tuo sito. Leggi questi strumenti e come risolvere 404 errori.

Per evitare collegamenti non necessari non necessari, è necessario reindirizzare sempre l’URL di una pagina quando viene eliminata o spostata. Idealmente, lo reindirizzeresti a una pagina che sostituisce la vecchia pagina. Con Yoast SEO Premium, puoi facilmente effettuare reindirizzamenti da solo. Non c’è bisogno di uno sviluppatore!

Per saperne di più: Cos’è un redirect

4. Non confondere i motori di ricerca con contenuti duplicati

Se hai lo stesso contenuto su più pagine del tuo sito – o anche su altri siti – i motori di ricerca potrebbero confondersi.

Perché, se queste pagine mostrano lo stesso contenuto, quale dovrebbero essere le più alte in classiche?

Quale di queste deve tenere in considerazione e per quali chiavi?

Di conseguenza, potrebbero posizionarsi tutte ma in basso(non è un bene).

Malauguratamente, potresti avere un problema di contenuto duplicato senza nemmeno saperlo. Per motivi tecnici, URL diversi possono mostrare lo stesso contenuto. Per un visitatore, questo non fa alcuna differenza, ma per un motore di ricerca lo fa; vedrà lo stesso contenuto su un URL diverso.

Fortunatamente, esiste una soluzione tecnica a questo problema. Con il cosiddetto elemento di collegamento canonico puoi indicare qual è la pagina originale o la pagina che desideri classificare nei motori di ricerca.

In Yoast SEO puoi facilmente impostare un URL canonico per una pagina. E, per semplificarti, Yoast SEO aggiunge collegamenti canonici autoreferenziali a tutte le tue pagine. Ciò consentirà di evitare duplicati di contenuti di cui potresti non essere a conoscenza.

5. Stai in sicurezza

Un sito Web tecnicamente ottimizzato è un sito Web sicuro. Rendere il tuo sito Web sicuro per gli utenti per garantire la loro privacy è un requisito fondamentale al giorno d’oggi. Ci sono molte cose che puoi fare per rendere sicuro il tuo sito Web (WordPress) e una delle cose più cruciali è implementare il protocollo HTTPS.

Il protocollo HTTPS si assicura che nessuno possa intercettare i dati inviati tra il browser e il sito. Quindi, ad esempio, se le persone accedono al tuo sito, le loro credenziali sono al sicuro. Avrai bisogno di un cosiddetto certificato SSL per implementare HTTPS sul tuo sito. Google riconosce l’importanza della sicurezza e quindi ha reso HTTPS un segnale di posizionamento: i siti Web sicuri si posizionano più in alto rispetto agli equivalenti non sicuri(http).

Puoi facilmente verificare se il tuo sito Web è HTTPS nella maggior parte dei browser. Sul lato sinistro della barra di ricerca del tuo browser, “vedrai un lucchetto” se è sicuro. Se vedi le parole “non sicuro”, tu (o il tuo sviluppatore) avete del lavoro da fare!

Ulteriori informazioni: Nozioni di base SEO: che cos’è HTTPS?

6. Dati strutturati

I dati strutturati aiutano i motori di ricerca a comprendere meglio il tuo sito Web, i contenuti o persino la tua attività. Con i dati strutturati puoi dire ai motori di ricerca, che tipo di prodotto vendi o quali ricette hai sul tuo sito. Inoltre, ti darà l’opportunità di fornire tutti i tipi di dettagli su tali prodotti o ricette.

Poiché esiste un formato fisso (descritto su Schema.org) in cui è necessario fornire queste informazioni, i motori di ricerca possono trovarle e comprenderle facilmente. Li aiuta a posizionare i tuoi contenuti in un’immagine più grande. Qui, puoi leggere una storia su come funziona e su come Yoast SEO ti aiuta in questo. Ad esempio, Yoast SEO ha blocchi di contenuti di dati strutturati gratuiti per contenuti How-to e FAQ.

L’implementazione di dati strutturati può offrire più di una semplice comprensione da parte dei motori di ricerca. Rende inoltre i tuoi contenuti idonei per risultati arricchiti; quei risultati brillanti con stelle o dettagli che spiccano nei risultati di ricerca.

7. Sitemap XML

In poche parole, una sitemap XML è un elenco di tutte le pagine del tuo sito. Serve da roadmap per i motori di ricerca sul tuo sito. Con esso, ti assicurerai che i motori di ricerca non perdano alcun contenuto importante sul tuo sito. La Sitemap XML è spesso suddivisa in post, pagine, tag o altri tipi di post personalizzati e include il numero di immagini e la data dell’ultima modifica per ogni pagina.

Idealmente, un sito Web non ha bisogno di una sitemap XML. Se ha una struttura di collegamento interna che collega perfettamente tutti i contenuti, i robot non ne avranno bisogno. Tuttavia, non tutti i siti hanno un’ottima struttura e avere una sitemap XML non farà alcun male. Quindi consigliamo sempre di avere una mappa del sito XML sul tuo sito.

Torna alla guida SEO WordPress



Newsletter

Ultimi Articoli